Nokia: il cambio di rotta

Nokia Lumia 800

 

Tutti i nostalgici ricorderanno i tempi del mitico 3310 e le successive generazioni n70, n73, n82, n95, n97, n8 tanto per citare alcuni tra quelli più recenti che hanno fatto la storia della casa finlandese. Si deve riconoscere un cambio repentino dall’introduzione in massa del sistema touchscreen e dal cambio delle UI che ha penalizzato di gran lunga l’ecosistema Nokia, fino ad allora ben consolidato assieme a BlackBerry sui cellulari con tastiera fisica.

Il sistema operativo Symbian non è stato all’altezza di competere con le funzionalità, la reattività e la velocità di aggiornamento di Android ed IOS così come l’OS BlackBerry tornato alla rivalsa solo negli utlimi 2 anni. I passi avanti delle altre case produttrici, lo sviluppo di nuovi sistemi operativi user friendly hanno mandato in pensione i vecchi mdi di approcciarsi agli “smartphone”: i ritmi di aggiornamento di Nokia erano troppo lenti per stare al passo con Google e Apple.


La casa finlandese tenta di riemergere dal mercato adottando Windows Phone e commercializzando nel 2011 il primo Nokia con un OS diverso da Symbian: il Lumia 800. Un momento storico che segna l’ingresso di Nokia nel settore WindowsPhone, una mossa giudicata azzardata ma che negli anni ha pagato consentendo di differenziarsi dai competitors e di acquisire il quasi monopolio delle vendite degli smartphone equipaggiati con il sistema Microsoft.

Nokia è un successo nella fascia medio-bassa grazie alle qualità dei suoi prodotti e a WindowsPhone che, nonstante le tante arretratezze rispetto ad altri OS, resta veloce e fluido anche con un hardware non al top consentendo dunque di mantenere i prezzi bassi. Sotto nuove vesti abbandona il passato e decide di puntare tutto su Microsoft sviluppando software e funzionalità che la rendono sempre più competitiva.

 

Fotocamera lumia1020

 

Concentrandosi completamente sullo sviluppo di nuovi prodotti con Microsoft, Nokia sta tornando a farsi notare tra i big dell’ hi-tech grazie anche al secondo camera phone, il Nokia Lumia 1020 è infatti diventato il punto di riferimento in l’ambito fotografico: si cerca di racchiudere tutta la qualità di una compatta in uno smartphone dalle dimensioni contenute.

Nokia inoltre fa del suo Here Maps un fiore all’occhiello della cartografia su WindowsPhone andando a sfidare quello che fino a poco tempo fa ora era considerato il sistema di navigazione più completo su smartphone: Google Maps. Si può dire che la casa finlandese sia in una fase di assestamento post crisi e le casse di Microsoft sicuramente gioveranno agli sviluppi di nuovi prodotti. Sicuramente la Nokia che conoscevamo è cambiata radicalmente, un cambiamento dovuto e necessario per restare competitivi in un settore dove le cose cambiano velocemente e nessuno può permettersi di restare indietro.

Nokia here maps

L’innovazione e la capacità di migliorare i suoi prodotti hanno sempre contraddistinto questa azienda che, dopo l’acquisizione della sezione mobile da parte di Microsoft, sta puntando maggiormente su soluzioni software piùttosto che hardware. Nokia c’è, è in risalita ma si sta facendo sentire, la palla adesso passa a Microsoft che ha il dovere di potenziare in modo esponenziale il suo sistema WindowsPhone per essere sempre più competitiva e colmare quel gap tecnico-quelitativo nei confronti di Android e IOS.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...