Scelta dello smartphone pt1: parametri di valutazione

Il mio S2 dopo 3 anni di onorato servizio sembra essere allo strenuo delle forze dunque, senza perdersi d’animo, elenco di seguito i parametri che utilizzo per valutare uno smartphone a 360 gradi. Chiaramente si parte dal presupposto che l’OS scelto sia Android e che sia definito un budget massimo di spesa (il mio consiglio è di stare sopra i 220 euro se si vuole un prodotto per lo meno discreto).

Ci sarebbero altri fattori in considerazione come la durata della batteria o l’audio in chiamata ma potete fare affidamento sui tanti siti che propongono recensioni. Gli 8 punti presentati in questo articolo possono servire in situazioni dove il tempo per provare uno smartphone è decisamente limitato, a primo impatto si può dare un giudizio approssimativo provando anche solamente per 5 minuti il dispositivo.

1. Manegevolezza

manegevolezza-smartphone

Il primo impatto con uno smartphone riguarda sicuramente la manegevolezza e la sensazione che si prova tenendolo in mano. Su questo primo punto influiscono tanto i fattori costruttivi e i materiali impiegati per la realizzazione. Metto al primo posto questa caratteristica poichè nella vita di tutti i giorni la comodità è d’obbligo come lo è anche essere convinti di quello che si è scelto. Ci sono tantissimi modelli che possono venire in contro alle vostre esigenze, il prodotto si deve adattare a voi e non il contrario.

2. Display

Confronto-display-s4-htc-one

Fondamentalmente si sono sviluppate 3 tipologie di display che hanno una diversa gestione dei colori: Samsung utilizza i suoi Super Amoled, Sony forte della sue esperienza nel campo delle TV propone la tecnologia Triluminos, la maggioranza delle altre case produttrici punta invece sui pannelli IPS. Le principali differenze riguardano i contrasti, la saturazione del colore, luminosità e angolo di visuale. A seconda dei gusti e delle tonalità di colore più o meno saturate troverete nei super Amoled, Triluminos o IPS comunque degli ottimi display dalla definizione altissima (dall’HD fino al 2K per alcui modelli).

3. Reattività

reattivita-smartphone

Non si giudica il libro dalla copertina vero, ma una prova generale di fluidità e reattività del sistema si può fare in pochi minuti. Come mettere sotto stress il telefono? Innanzitutto cercate di farlo impazzire passando velocemente da una schermata all’altra delle app, aprite quante più app possibili e vedete come gestisce il multitasking, provate la tastiera scrivendo più velocemente che potete, zoom in e zoom out nelle foto e in navigazione internet sono d’obbligo. Se il telefono non ha imprecisioni, riavvi, blocchi o anche solo piccoli lag è decisamente ben ottimizzato e può passare alla fase successiva.

4. Fotocamera

Htc-multi-photo

La fotocamera è una delle cose più difficili da valutare se si ha poco tempo a disposizione, solitamente cerco di fare 4 tipi di scatti per valutare grossomodo le prestazioni: uno in condizioni di bassa luminosità, uno generale a ciò che mi circonda, uno ad un testo scritto/stampato e infine al volto di una persona vicina. Dato che proviamo gli smartphone principalmente nei centri commerciali non vi sarà difficile ritrovare le condizioni elencate. Dare un giudizio alla fotocamera è difficile poichè i display sono talmente definiti e ricchi di colori che falsificano le prestazioni. Una valutazione più attenta sarebbe da fare sul monitor di un PC ma se abbiamo fretta potete concentrarvi anche solamente sulla foto in condizioni di scarsa luminosità per verificare che non abbia troppo rumore video e non sia eccessivamente sgranata.

 5. AggiornamentiKitKat-Update-Android-4.4.3

Domanda fondamentale: quanto il mio smartphone verrà supportato dalla casa costruttrice? Per quanto tempo solitamente l’azienda tiene in vita i suoi prodotti? In base al prezzo e alla fascia di mercato vengono rilasciati aggiornamenti per circa 1 anno e mezzo dal lancio, successivamente se fremete per avere sempre l’ultima versione del sistema operativo installata sul vostro dispositivo dovrete ricorrere a versioni modificate dagli sviluppatori (le cosiddette ROM). Grande pecca di Android riguarda la distribuzione dei nuovi aggiornamenti che sono rilasciati mesi dopo l’uscita per la gamma Nexus che invece è supportata direttamente da Google.

6. Batteria removibile e memoria espandibile

batteria-removibile

Android non è famoso per essere ottimizzato al 100% quindi è normale che in tutti i dispositivi a volte si riscontrino rallentamenti o blocchi improvvisi, per ovviare a questo problema il sistema ha una funzione di “salvataggio” che consente di riavviarlo tenendo premuto per qualche secondo il tasto di accensione. Nel caso in cui questa opzione non dovesse servire o si abbiano problemi con la batteria, la possibilità di cambiarla o rimuoverla in modo veloce è un aspetto da non sottovalutare. Altra considerazione importante da fare riguarda la memoria espandibile: la comodità di avere tutti i file multimediali su un singolo supporto da spostare dove vogliamo e interfacciabile comodamente anche con il PC è una caratteristica a cui non rinuncio nello smartphone.

7. Caratteristiche aggiuntive non fondamentali

Xperia-z1-Waterproof

Ci sono delle chicche riguardanti gli ultimi smartphone che sicuramente stuzzicano e fanno preferire uno  rispetto all’altro a parità dei punti sopra elencati. Parliamo della resistenza ad acqua e polvere o la possibilità di immergere con noi il dispositivo per fare foto e video subaquei.

smartphone-tv-s4

Se pensate che sia finita vi sbagliate, dal lancio del Galaxy s4 un gran numero di dispositivi hanno deciso di introdurre sul lato anteriore una porta infrarossi ad ampio raggio per interagire con tutti i dispositivi che necessitano di un telecomando. Come recita la frase: “uno solo per domarli tutti”. Una chicca geek non fondamentale ma che può avere la sua utilità.

8. Design

HTC-One-m7

Quello che sembra l’aspetto meno importante invece è uno di quelli che maggiormente consideriamo per la scelta definitiva del nostro smartphone. Ci piace? Insomma, è un oggetto che porteremo con noi ogni giorno, sicuri di scegliere qualcosa che vi lascia perplessi? Anche l’occhio vuole la sua parte e influenza la decisione, attenti però a non farvi ammaliare troppo e considerate tutti i fattori elencati di sopra prima di giungere a conclusioni affrettate.

Annunci

Un pensiero su “Scelta dello smartphone pt1: parametri di valutazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...